Il tuo prossimo domino

Scegliere un nome a dominio per la propria azienda, che sia il frutto di un recentissimo brief creativo o il patrimonio di un’attività familiare esistente da decenni, pare un’impresa semplice. Se abbiamo il nome, avremo anche il dominio, no?

No, affatto. Non più, almeno. Sono oramai anni che i nomi a dominio di uso più comune sono stati tutti registrati per attività realmente esistenti o a causa dell’investimento di privati, improvvisati o aziende che siano. Molto spesso i domini non sono in vendita, in altri casi è possibile ma a prezzi che superano certamente le tre cifre.

Cosa fare, quindi, in questi casi? Accaparrarsi il dominio migliore per la propria attività è certamente fondamentale per la buona riuscita di un progetto, ma quali sono, a nostro personalissimo modo di vedere, le principali regole da seguire?

Anzitutto il brand

Prima di ogni keywords, prima dei payoff, prima dei settori di specializzazione, prima di tutto il brand. Il tuo nome è la sola cosa che resterà ai tuoi prossimi clienti. Il nostro compito principale è quello di permettere, attraverso le nostre soluzioni di partnership, che questo accada e che accada al meglio possibile. Su ogni canale sul quale lavoreremo, su ogni strumento di promozione che useremo, il tuo brand sarà la costante: non può mancare nel tuo prossimo nome a dominio.

E se fosse occupato? Poco male: siamo creativi. Alphabet, la società a cui fa capo Google, ha scelto il dominio abc.xyz come proprio riferimento online. Tu non sei Google, noi ne abbiamo consapevolezza, ma custodiamo anche buone idee per ovviare a queste piccole pecche di gioventù.

Niente punteggiatura né burocrazia

Il tuo nome contiene spaziature, caratteri particolari o lettere accentate? Immagini di utilizzare dashes (le classiche lineette, -) o underscores (i “trattini bassi”, _)? Ti suggeriremo di tagliare qualsiasi simbolo che possa appesantire il nome a dominio e renderlo criptico durante la digitazione.

Insisteremo, invece, nel proporti di non lasciarti vincere dall’abitudine di inserire le tue informazioni burocratiche o la tipologia di società nel dominio. SNC, SRL, SPA? Abbiamo la tendenza a credere che la tua azienda diventi presto riconoscibile anche senza appesantire l’URL che l’utente digiterà. E, soprattutto, che così come consideri scalabile la tua attività debba esserlo anche il dominio che sceglierei. Non penserai davvero di cambiare gli indirizzi email di decine di dipendenti se la tua azienda da SRL diverrà una SPA?

In Italia, nel mondo, sui motori di ricerca

La prima scelta è un dominio .it, se il mercato italiano è il main target, o il .com se invece ci confrontiamo sul mercato internazionale. È la scelta primaria seppur banale, ma lo è per una pura questione storica. In verità esistono parecchie estensioni su cui possiamo lavorare. Estensioni internazionali (.tv, .fm, .cc, .io, …), geografiche italiane (.mi.it, .go.it, .ce.it, …) o i più recenti nuovi TLD (.agency, .bar, .build, .club, .consulting, .design, .insure, …): ognuna di queste estensioni può rappresentare il tuo brand, ognuna con una peculiarità, ma ognuna ci permetterà di promuovere il nome della tua azienda.

Raggiungere il tuo sito web, dall’Italia o dal mondo che sia, è al 99% un processo veicolato dai motori di ricerca. Il nostro compito è quello di realizzare, online e per te, la migliore presenza possibile.

Che domino scegliere, quindi?

Qualunque sarà il dominio o l’estensione che insieme sceglieremo, il nostro ruolo è quello di farti trovare nella giungla di internet.

Il nostro miglior risultato sarà quello di darti riconoscibilità online: il dominio, se lavoriamo bene, diventerà solo un indirizzo come un altro.