Crearts riceve in dono 4 dipinti. Grazie Pascal!

Un dono graditissimo conferma il nostro interesse per l’arte. Pasquale Dell’Aversana – in arte Pascal – arriva in Crearts con un regalo, anzi più di un regalo: Oltre il sole (1983), La farfalla nello spazio (1985), Taglio di luce (1995), Vortice di vocali (2000). Quattro tele, un viaggio affascinante dagli anni ottanta al 2000. Un gesto mosso da affetto (è il papà di Anna, la nostra art director), da stima nei nostri riguardi, da mera condivisione di interessi – sì, perché in Crearts l’arte gioca in casa!

Classe 1947, origine atellana e formazione napoletana – diplomato all’Accademia delle Belle Arti negli anni ‘80. Una vita artistica intensa, centinaia di opere realizzate e ben oltre 30 anni di attività espositiva in Italia (Napoli, Caserta, Verona, Pescara, Brescia, Terni…) e all’estero (Russia, Francia, Danimarca). Insomma, un uomo conosciuto e riconosciuto nell’ambito della cultura artistica campana contemporanea.

La farfalla nello spazio è una contrapposizione armonica di colori e luminescenze fluo. Al centro una scritta si intravede, un messaggio che arriva come un ordine: “La vita va vissuta”.
Con Oltre il sole emerge l’espressionismo astratto e figurativo: un viaggio nella luce, nel giallo, nella positività. Delicata e minimale, invece, è Taglio di Luce: qui forme astratte creano un incontro pacifico tra il bianco, il nero e – appunto – il taglio di luce gialla. Infine, Vortice di messaggi: parole inghiottite da una spirale vorticosa, suonano come una protesta contro il chiacchiericcio molesto e inutile.

L’arte è la nostra stella polare, il branding emozionale il nostro credo

L’arte è la madre di questa figlia adolescente che è Crearts. La radice, l’origine, l’ispirazione continua. Ci occupiamo di comunicazione da 13 anni viaggiando sempre oltre il significato base di trasmissione di un messaggio da un mittente ad un destinatario.

Per Crearts comunicare è, prima di tutto, comunicare un’emozione. Un po’ come accade nel sistema dell’arte: il fruitore – destinatario del processo artistico – di fronte all’opera d’arte vive emozioni, prova sensazioni, elabora valutazioni. Analogamente, il consumatore di fronte al brand stabilisce una connessione che è – prima di tutto – di tipo emozionale: è l’emozione che lo accompagna, dal primo approccio fino alla definitiva scelta del prodotto. Ed è su quella emozione che lavoriamo ogni giorno, sulla capacità di umanizzare l’offerta e sintonizzarsi con quell’essere umano chiamato consumatore.

Oggi con le opere di Pascal abbiamo arricchito gli spazi Crearts, aggiungendole a quelle già presenti.
Circondati dall’arte ci lasciamo ispirare. Ne abbiamo cura.
Grazie Pascal per questo meraviglioso regalo!