La Regola: condivisione

Inventarsi una storia da zero con un cliente è forse quello che ogni agenzia di comunicazione sogna di fare. Un’amalgama che ti permette di scegliere accuratamente gli ingredienti stessi da utilizzare. Un rapporto che nasce dalla percezione dei bisogni.

Tutto parte da lì. L’orientamento al cliente ha da sempre caratterizzato la nostra attività aziendale, è ciò da cui parte ogni nostra idea. Il nostro approccio passa dall’attenzione per l’acquisizione del cliente all’attenzione per la sua fidelizzazione. La brand reputation è costituita mediante tutta l’attività aziendale, ogni reparto dell’azienda contribuisce, con il suo apporto di idee, alla creazione della personalità del brand.

Ci viene spontaneo calarci nella storia di un cliente, trasmettere l’entusiasmo che ne accompagna il naming, il logotipo, la creazione dell’evento inaugurale. È quanto abbiamo fatto con Punto Vitale, azienda casearia dell’alto casertano.

Il rapporto con l’Agricola Vitale prima e con Punto Vitale poi, nasce più di un anno fa: abbiamo lavorato insieme, collaborato, condiviso. Ecco, condivisione resta l’approccio più vicino al nostro modo di operare.

Chi si affida a noi lo fa nella totale fiducia delle scelte che facciamo. Questo per una ragione: i successi del cliente sono i nostri successi. Non vi è motivo di credere il contrario. Ci siamo perché gli altri ci permettono di essere.

Quando viene meno la fiducia “dell’affidarsi all’altro”, viene meno tutto quello che fa funzionare quel complicato meccanismo che sta alla base della comunicazione. Comunicare implica la scelta di un codice comune. Il rapporto con Punto Vitale si è interrotto nell’estate dello scorso anno. Senza grandi ripensamenti, è mancato quel codice comune che avevamo scelto, insieme, per comunicare.

Le imprese oggi danno importanza alla conservazione dei clienti. Attrarre nuovi clienti può costare fino a cinque volte di più che fare un buon lavoro con i clienti esistenti.

Normalmente, specie in tempi ristretti, le imprese si concentrano sulle singole transazioni con lo scopo di trarre profitto da ognuna di esse. Le imprese davvero orientate al cliente invece, si preoccupano anche di stimare il valore nel tempo del rapporto con il cliente e di definire le proprie scelte in modo da trarre profitto da un rapporto duraturo con il cliente.

L’obiettivo principale è costituito dalla fidelizzazione di tutti i clienti, ciò che consente di ottenere un vantaggio competitivo nel lungo termine.

Questo è quanto sostiene Philip Kotler, guru del marketing, e noi, nel nostro piccolo, cerchiamo di confrontare le nostre prestazioni con quelle di grandi aziende.

Desideriamo, in chiusura, fare un in bocca al lupo a Punto Vitale per la propria attività.