Chi è Crearts? Michela Amore

«Crearts, buongiorno. Come posso aiutarla?» Ecco, se la nostra agenzia avesse una voce sarebbe la sua. È il collegamento cristallino tra i nostri clienti e il lavoro sporco che – con piacere! – qualcuno in ufficio dovrà pur fare. Con Michelle è la seconda scrivania rosa del nostro ufficio ma è la prima che, nel momento di bisogno, ci consola con uno dei suoi immancabili caffè! Chi è Crearts? Risponde Michela Amore.

Come ti chiami?

Michela.

Qual è il tuo ruolo in Crearts?

Gestione contabilità e rapporto con clienti e fornitori.

Quanti anni hai?

Ho 23 anni.

Di cosa ti occupi, nello specifico?

In Crearts principalmente mi occupo di gestione della contabilità interna e dei clienti ed ho rapporti telefonici con clienti e fornitori, ma quando ho del tempo libero mi cimento in tutto quello che c’è da fare e che posso fare, anche perché ho tanta voglia di imparare. 🙂

Sì, OK, ma ancora più nello specifico: racconta una giornata tipo.

Quando arrivo in ufficio la prima cosa che faccio è controllare la casella di posta, dunque inizio col rispondere alle mail. Poi controllo Asana per capire qual è il lavoro in programma per quel giorno e procedo con lo svolgere quanto c’è da fare intervallando il lavoro con piccole pause.

Di quali applicazioni, software e strumenti non puoi fare a meno durante la tua giornata lavorativa?

Durante la mia giornata lavorativa utilizzo Gmail per avere il contatto diretto con clienti e fornitori, Google Drive per gestire la contabilità interna e quella dei clienti, Debitoor per emettere le fatture e registrare quelle d’acquisto, Toshl Finance per calcolare le entrate e le uscite mensili e Asana per organizzare il lavoro a breve e a lungo termine.

Come tieni organizzato il tuo spazio di lavoro sulla scrivania?

Lo spazio sulla mia scrivania è organizzato per essere quanto più ordinato.

Ho il PC, con il quale lavoro, penna e fogli per qualche appunto.

E il tuo spazio di lavoro virtuale?

Idem per quanto riguarda quello virtuale.

Sulla scrivania del mio PC ho poche cartelle, ho la cartella con le fatture degli anni scorsi e quelle in corso. Salvo tutto su Google Drive, facilmente accessibile, che dà la possibilità di condividere i file con il resto del team.

Qual è il tuo segreto a lavoro?

Ordine e precisione sono le mie parole chiave e non solo sul posto di lavoro. La memoria, però, mi aiuta tanto.

Ci consigli un libro?

Il Ritratto di Dorian Gray.

Qual è il miglior consiglio che hai ricevuto?

Il miglior consiglio ricevuto in ambito lavorativo, e che ho appreso con piacere, è stato quello di utilizzare i programmi di google (gmail, google drive, google calendar), che prima del 2014 erano per me sconosciuti. Avevo un account google, creato per l’utilizzo del mio cellulare, che non ero abituata ad usare.

Qual è il miglior consiglio che daresti?

Il miglior consiglio che darei, potrei risultare ripetitiva, ma è quello di cercare di tenere in ordine lo spazio di lavoro, reale o virtuale che sia, per essere semplificati nella ricerca di documenti o file.

Ciao

Ciao. 🙂