Un ritorno, un’ape, un bullone. Nasce ricars.it

Un cliente che ritorna dopo anni per proporre un nuovo progetto genera un senso di soddisfazione che non si può descrivere.

Che sia chiaro: amiamo il nuovo. I nuovi clienti, i nuovi arrivi, i nuovi progetti. Ma il vecchio che si riconferma scatena un’emozione diversa: ci fa assaporare i frutti di un lavoro incentrato sulla cura delle relazioni. Personali e professionali.

Ma facciamo chiarezza e procediamo con ordine.

Anni fa abbiamo realizzato il sito web per Metal Sud, un’azienda di autodemolizioni del beneventano. Oggi Metal Sud sceglie di nuovo Crearts. Ci ha contattato la nuova generazione, Antonio e Adriano, per chiederci di realizzare un e-commerce di ricambi usati, creare il logo e ideare il nome.

Per prima cosa abbiamo pensato al prodotto. Ricambi usati. I cugini imbronciati dei veicoli, quelli che cerchi solo quando ne hai bisogno. Eppure così importanti. A volte senza il ricambio giusto non si va da nessuna parte!

Superata la prima fase di genealogia del ricambio, siamo passati all’azione. L‘analisi del brief. Una richiesta, in particolare, ci ha colpito: Antonio e Adriano volevano che il symbol fosse un animale. Bene. Dopo aver passato in rassegna svariati volatili, ci siamo fermati di fronte all’idea di un’ape. Per l’esattezza, un’ape operaia. È lei l’animale giusto. Instancabile come i nostri giovani e ambiziosi clienti. Fondamentale per l’alveare proprio come il ricambio per il veicolo.

All’ape operaia abbiamo unito un bullone. L’oggetto sempre presente nel mondo automotive, l’elemento che, attraverso il lavoro di montatura e smontatura, crea unione tra le parti. Animato e inanimato, la fusione tra l’ape e il bullone ha dato vita al logo.

Per il naming e il payoff ci siamo divertiti con un gioco di assonanze: Ricars – Ricambi auto.
Il rispetto dei colori e dei font scelti, la linea semplice e pulita, i testi brevi ed efficaci.
Così è nato ricars.it.

Non ci resta che augurare tanta fortuna a questo giovane e-commerce.